SANREMO (IM), 5 marzo – In ottemperanza al Decreto Legge emanato dal Consiglio dei Ministri mercoledì 4 marzo 2020 (in particolare riferimento all’Art.1, comma C), Automobil Club Ponente Ligure , organizzatore del 35° Sanremo Rally Storico, comunica che la gara, valida per FIA EHSRC 202 , il c ampionato e uropeo di specialità; CIRAS, Campionato Italiano Rally Auto Storiche; Campionato Rally Liguria Primocanale Motori 2020; TER H 2020 Tour European Rally Historic; Michelin Historic Rally Cup, è rinviato a data da destinarsi, come pure la contemporanea 34esima Coppa dei Fiori di regolarità e il 22° Rally delle Palme di Bordighera.

“Come disposto ieri sera dal Consiglio dei Ministri e soprattutto per la salvaguardia della salute di tutti i soggetti che hanno a che fare con la gara Automobil Club Ponente Ligure ha deciso di rinviare a data da destinarsi il 35° Sanremo Rally Storico e la 34esima edizione della Coppa dei Fiori di regolarità. Stiamo lavorando con la Federazione e le istituzioni locali per trovare una nuova collocazione all’evento, affinché possa svolgersi con tutta la serenità necessaria, mantenendo intatto il suo prestigio” ha dichiarato il presidente di ACI Ponente Ligure, architetto
Sergio Maiga .

 

Concentratissimo nel tempo (si può fare verifiche e gara in giorno solo), pur senza rinunciare al consueto chilometraggio, torna sulle prove speciali del Ponente Ligure la gara che mancava da 22 anni, ritrovando la sede di partenza e arrivo Bordighera, dove nacque nel 1952. Verifiche in mattinata e gara nel pomeriggio di sabato 4 aprile

BORDIGHERA (IM), 2 marzo – Dicendo palme si pensa subito alla primavera, al sole, al mare, alla dolcezza della Riviera di Ponente immortalata da Claude Monet, ma anche dal meno famoso Anton Dich, pittore danese morto a Bordighera nel 1935.

E proprio a Bordighera, città delle palme, rinasce con l’aiuto dell’Amministrazione dopo 22 anni il Rally delle Palme, che vivrà concentratissimo, ma spettacolare, la sua vita agonistica interamente nella giornata di sabato 4 aprile. La gara, che vanta una storia di altissimo livello, era nata nel 1952 a Bordighera e dopo una pausa di un quarto di secolo, riprese a pieno ritmo nel 1981 andando in scena fino al 1998; il Rally delle Palme fece parte anche del Campionato Italiano Due Ruote Motrici (1995-1996) e vanta nel suo albo d’oro piloti del calibro di Pier Felice Filippi con la Stratos (1981), del valdostano Remo Celesia, Lancia 037 (1983, anno in cui si trasferì a Diano Marina per rimanervi per tutte le seguenti edizioni) e l’imperiese Paolo Duberti, affiancato dalla concittadina Lucia Dominoni, uno dei tre piloti che riuscì a scrivere il suo nome nell’albo d’oro in due edizioni con la sua Peugeot 205 GTI (1988 e 1990). Fino alle annate finali, quando la gara ligure divenne valida per il titolo tricolore e a svettare furono il vicentino Alessandro Battaglin su Nissan Sunny GTI (1995) e il pilota ufficiale Peugeot e mattatore della serie Renato Travaglia (1996). Le ultime due edizioni andarono a due giovani promesse del rallismo italiano, il fossanese Romeo Deila, Renault Clio Williams (1996, in quell’anno sul podio salì anche il talento finlandese Toni Gardemeister, futuro protagonista del Campionato Mondiale Rally) e il biellese Fabrizio Ratiglia, Lancia HF Delta Integrale, che si aggiudicò il rally del 16 maggio 1998, data in cui calò il sipario sulla manifestazione.

Ora la gara rinasce e torna nella sua natia Bordighera. Oggi, lunedì 2 marzo, si aprono le iscrizioni, che resteranno aperte sino a venerdì 27 marzo. Domenica 29 marzo, presso gli uffici dell’ACPL di Sanremo avverrà al distribuzione dei radar, mentre nel pomeriggio della stessa domenica (ore 14.30-19.30) e mercoledì 1° aprile dalle ore 15.00 alle 19.30 i concorrenti potranno effettuare le ricognizioni sulle prove speciali. Il giorno dopo, giovedì 2 aprile, dalle ore 11.00 alle 12.30 ci sarà la prima sessione di verifiche sportive e tecniche, seguite dallo Shake Down dalle ore 16.30 alle 19.00. Per chi volesse concentrare tutto il suo sforzo agonistico in un solo giorno, sarà possibile effettuare le verifiche sportive e tecniche sabato mattina 4 aprile dalle 9.00 alle 11.30 per poi presentarsi sulla pedana di partenza di Bordighera alle 14.45 da dove prendere il via il 22° Rally delle Palme che si svolgerà su un percorso di 147 km, di cui 68 cronometrati suddivisi in quattro prove speciali da percorrere due volte, prima di concludere la giornata alle ore 20.10 sulla pedana di arrivo.

La gara è valida come seconda prova del Campionato Rally Liguria Primocanale  Motori 2020

Semaforo verde alle iscrizioni del 35° Sanremo Rally Storico

 

È iniziata la fase calda della gara storica della Città dei Fiori. Con l’apertura delle iscrizioni anche i concorrenti sono coinvolti nel viaggio che li porterà a scendere la pedana di partenza venerdì 3 aprile. Attesi equipaggi da tutta Europa, sia nel rally storico, sia nella Coppa dei Fiori di Regolarità a media.

 

SANREMO (IM), 25 febbraio – Si parte. Con la data odierna, martedì 25 febbraio, anche i concorrenti possono diventare protagonisti della 35esima edizione del Sanremo Rally Storico e della 34esima della Coppa dei Fiori di Regolarità a media. Da questo momento il tempo verso la partenza della gara correrà veloce come una Stratos in prova speciale. Le prossime tappe saranno lunedì 16 marzo quando scadrà per i concorrenti il termine ultimo per inviare la propria domanda di partecipazione alla gara FIA, valida per il FIA EHSRC 2020, il campionato europeo di specialità (di cui la gara ligure è la seconda prova, dopo lo spagnolo Costa Brava di metà marzo); una settimana in più, martedì 24 marzo, è il termine della scadenza delle iscrizioni per i concorrenti che disputeranno la gara valida solo per il CIRAS, Campionato Italiano Rally Auto Storiche (anche in questo caso il Sanremo è la seconda tappa dopo il Vallate Aretine), che non dovranno sottostare alle nuove norme FIA in termini di abbigliamento in corsa (HANS obbligatorio).

 

La settimana di passione motoristica inizierà domenica 29 marzo con la distribuzione dei radar ai concorrenti negli uffici dell’ACPL di Sanremo, distribuzione che proseguirà anche nelle giornate di martedì 31 marzo e mercoledì 1 aprile. I motori, per il momento solo quelli delle auto stradali, si accenderanno nella stessa giornata di mercoledì con le ricognizioni delle prove speciali. Sempre mercoledì, in serata, sono in programma le verifiche tecniche e sportive che termineranno alle ore 12.30 del giovedì successivo, 2 aprile. Gli equipaggi inizieranno a scaldare i muscoli dalle 15.00 alle 19.00 con lo Shake Down, il test su strada chiusa al traffico con le auto da gara.

 

Venerdì 3 aprile inizieranno a lavorare anche i cronometri. Alle 9.00 del mattino, infatti, il 35° Rally Sanremo Storico prenderà il via da Sanremo, per concludere la sua prima tappa in serata alle ore 18.25. Una notte di riposo e sabato 4 aprile scatta la seconda tappa che si concluderà con la pedana di arrivo alle ore 14.40. Come è tradizione da oltre un terzo di secolo, a seguire le vetture da rally ci saranno i protagonisti della 34esima edizione della Coppa dei Fiori di Regolarità che prenderà il via da Sanremo venerdì 3 aprile alle 10.35 per terminare la prima tappa nella Città dei Fiori alle 19.19; sabato 4 aprile i regolaristi si rimetteranno in moto alle 10.00 esatte, per ripresentarsi in pedana per la cerimonia di arrivo alle ore 13.17.

 

Il 35° Sanremo Rally Storico è valido per il FIA EHSRC 2020 – European Historic Sporting Rally Championship (Campionato Europeo Rally Autostoriche); CIRAS 2020 (Campionato Italiano Rally Auto Storiche); Campionato Rally Liguria PrimoCanale Motori 2020; TER H 2020 Tour European Rally Historic. La 34esima Coppa dei Fiori è valida come prova di FIA Trophy for Historic Regularity Rallies Qualifyng Event (prova di qualificazione del Trofeo FIA di Regolarità Storica) e Campionato Italiano Regolarità a Media.

 

Per rendere ancora più intenso il fine settimana motoristico del Ponente Ligure, alle ore 14.45 di sabato 4 aprile da Bordighera scatterà la 22esima edizione del Rally delle Palme, gara che manca dal calendario dei rally italiani dal lontano 1998. Il rally si svolgerà sulla distanza di otto prove speciali, per complessivi 68 km cronometrati, su 147 km di gara. Il rally sarà molto concentrato nel tempo e nello spazio con verifiche venerdì pomeriggio e sabato mattina. Partenza alle ore 14.45 e arrivo alle ore 20.10 di sabato 4 aprile a Bordighera.

Foto Burlando

Il 35° Sanremo Rally Storico corre da solo
Ritorno al passato per la gara storica del Ponente Ligure (1-4 aprile) che separa i suoi destini dalla gara moderna (in programma in autunno), e che avrà validità per il Campionato Europeo, che mancava da quattro edizioni, oltre che per l’Italiano. Il percorso, tutto concentrato nella provincia di Imperia, sarà in gran parte rinnovato, andando a recuperare prove speciali classiche del passato, ma non più usate da parecchi anni. A corollario la tradizionale Coppa dei Fiori, anch’essa con validità continentale e tricolore. Quando i motori storici si spegneranno a Sanremo, da Bordighera scatterà la 22esima edizione del Rally delle Palme.

SANREMO (IM), 31 gennaio – Anno di grandi novità, o meglio, di ritorno all’antico, per il Sanremo Rally Storico, in programma nella Città dei Fiori dal 1° al 4 aprile prossimi. Le novità stanno principalmente nel fatto che la gara sarà esclusivamente storica, cosa che non accadeva dal 2013 e che tornerà ad avere la validità per il Campionato Europeo Autostoriche, oltre che per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, ritornando così nel grande circus continentale dal quale la gara ligure mancava dall’anno 2016. E proprio per dare la possibilità ai concorrenti stranieri di competere ad armi pare con i concorrenti italiani che hanno disputato le ultime edizioni della gara, il percorso di 145 chilometri, suddiviso in 13 speciali, si svilupperà su 115 km che non sono stati percorsi negli ultimi anni, ma vanno a ripescare vecchie e tradizionali prove speciali del “Sanremo” storico e moderno. Inoltre, per rendere più concentrata la gara e facilitare le operazioni di ricognizione del percorso, tutto il rally si svolgerà nei confini della provincia di Imperia.
Infine, proprio perché la gara sarà valida per l’Europeo, e seguirà i dettami della FIA, tutti i concorrenti, sia pilota sia navigatore, del Secondo, Terzo e Quarto Raggruppamento dovranno usare il Sistema HANS (Head and Neck Support, sistema di contenimento testa e collo in caso di incidente) in tutte le prove cronometrate della gara. Ma i concorrenti italiani, che non riusciranno a mettersi in regola con la normativa FIA, non dovranno preoccuparsi. Per loro, infatti, gli organizzatori hanno messo a calendario una gara “Nazionale”, nella quale non è previsto l’obbligo del sistema HANS.
Il 35° Sanremo Rally Storico aprirà i battenti mercoledì primo aprile con le verifiche sportive in tarda serata che proseguiranno anche nella mattinata successiva, cui farà seguito lo Shake Down, il test su strada chiusa con le vetture da gara. Venerdì 3 e sabato 4 aprile saranno i giorni di gara con partenza e arrivo a Sanremo, premiazioni in pedana alle ore 14.00.
Come sempre accade dal lontano 1987, il Sanremo Rally Storico sarà seguito dalla 34esima edizione della Coppa dei Fiori, gara di regolarità a media valevole come prova di qualificazione per il Campionato Europeo di specialità e per il Campionato Italiano Regolarità a Media. Per rendere ancora più intenso il fine settimana motoristico del Ponente Ligure, alle ore 14.30 di sabato 4 aprile da Bordighera scatterà la 22esima edizione del Rally delle Palme, gara che manca dal calendario dei rally italiani dal lontano 1998, che si svolgerà sulla distanza di otto prove speciali, per complessivi 68 km cronometrati, su 147 km di gara. Il rally sarà molto concentrato nel tempo e nello spazio con verifiche venerdì pomeriggio e sabato mattina. Partenza alle ore 14.30 e arrivo alle ore 20.00 di sabato a Bordighera.

Programma 35° Sanremo Rally Storico
Mercoledì 1 aprile – Sanremo – verifiche sportive
Giovedì 2 aprile – Sanremo – verifiche sportive e tecniche e Shake Down

Venerdì 3 aprile – Sanremo – Partenza 35° Sanremo Rally Storico
Sanremo – Verifiche sportive e tecniche del 22° Rally delle Palme

Sabato 4 aprile– Sanremo – Arrivo 35° Sanremo Rally Storico
Bordighera – Partenza e arrivo del 22° Rally delle Palme

Lo scorso anno andò così: 34° Sanremo Rally Storico (12-13 aprile). 1. “Lucky ”-Pons (Lancia Delta HF Integrale), in 1.43’24”1; 2. Da Zanche-De Luis (Porsche 911 SC) a 4”7; 3. Negri-Coppa (Porsche 911 RS, vincitori 2° Raggruppamento) a 3’25”7. … 5. Lombardo-Livecchi (Porsche 911 SC, vincitori 3° Raggruppamento) a 5’02”9. … 15. Dell’Acqua-Galli (Porsche 911 S, vincitori 1° Raggruppamento) a 15’55”1.

Scarica qui il programma del 35° Sanremo Rally Storico

Foto nsevents

Sono stati pubblicati e sono scaricabili nelle sezioni riservate alle singole gare oppure cliccando i link sotto gli elenchi iscritti del 34° Sanremo Rally Storico e della 33°Coppa dei Fiori

Elenco iscritti 34° Sanremo Rallye Storico

Elenco iscritti 33° Coppa dei Fiori

Sono stati pubblicati e sono scaricabili nelle sezioni riservate alle singole gare oppure cliccando i link sotto gli elenchi iscritti del sessantaseiesimo Rallye Sanremo e dell’undicesima edizione del Sanremo Leggenda.

Elenco 66°Rally Sanremo

Elenco 34°Sanremo Rally Storico

Elenco 11°Sanremo Leggenda

Elenco 33°Coppa dei Fiori

Foto De Zanche

Europam è un altro grande brand che si lega con il Rallye Sanremo. L’azienda impegnata da oltre 50 anni nel settore energetico premia l’equipaggio vincitore del 34° Sanremo Rally Storico con 500 euro in buoni carburante. Le tessere carburante saranno consegne al pilota e al navigatore che al termine della due giorni si saranno aggiudicati il “Sanremo” riservato alle auto storiche.

La competizione storica è amatissima dal pubblico, che può rivedere sulle strade considerate da tutti l’università del rallismo le auto che hanno scritto pagine indelebili della storia della specialità. Ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio lo scorso anno è stato l’equipaggio composto da Lucio Da Zanche e Daniele De Luis a bordo della loro Porsche 911 Sc, seguiti dalla coppia “Lucky” Battistolli – Fabrizia Pons, che sono riusciti a inserire la loro Lancia Delta Integrale in un podio altrimenti monopolizzato dalle sportive di Stoccarda; al terzo posto, infatti, proprio su un’altra Porsche 911 si sono classificati Davide Negri e Roberto Coppa.

L’intero evento sarà trasmesso in diretta da Primocanale Motori grazie all’impegno di Primocanale Production. Alle 8 del 12 aprile prenderanno il via oltre 25 ore di trasmissione in diretta sul sito Primocanalemotori.it e sul ch.12 del digitale terrestre in Liguria, tra shakedown e telecamere live su tutte le prove speciali, uno studio mobile allestito su di un truck di 18 metri e un maxi schermo posizionato all’interno dell’area paddock sul lungomare Trento e Trieste.

Addetti ai lavori, tifosi e appassionati potranno seguire tutte le fasi delle gare su ogni tipo di device: in tv come sul computer, sul tablet come sullo smartphone. Per seguire in diretta il Rallye Sanremo basterà andare su Primocanalemotori.it e cliccare sul banner con il logo ‘Rallye Sanremo’ e “Segui la diretta”. E’ inoltre possibile scaricare gratuitamente l’app di Primocanale (per iOs e Android) e al suo interno cliccare su Primocanale Motori.

Sulle stesse strade del rally moderno valido per il Cir si confrontano anche i protagonisti del ‘Sanremo Rally storico’, del ‘Sanremo Leggenda’ e la ‘Coppa dei Fiori di regolarità’. I risultati del Rallye Sanremo saranno aggiornati in tempo reale anche sui profili Facebook (@rallyesanremoofficialsite) e Instagram della manifestazione (@rallyesanremo) e di Primocanale Motori (@primocanalemotori).

I passaggi sulle prove e le fasi salienti saranno on demand sul sito Primocanalemotori.it per condividere le emozioni del rally italiano più conosciuto nel mondo.

Tappa successiva del Rallye Sanremo sia per i concorrenti del CIR che del CIRAS sarà la Targa Florio.  Il Gruppo Grandi Navi Veloci premia sia nel rally storico che nel moderno e vuole supportare i partecipanti alle due serie tricolore mettendo in palio il trasferimento in traghetto da Genova a Palermo in occasione della prossima Targa Florio.

Nello specifico, ciò che il gruppo GNV offre è il trasferimento andata e ritorno per un furgone con carrello e vettura da gara e un’altra auto, oltre a due cabine per due persone. Il premio è riservato a ognuno dei vincitori delle prove più lunghe, quindi la Testico-Colle d’Oggia per il CIR e la Testico San Bartolomeo per il CIRAS.

Come da tradizione 66esimo Rallye Sanremo e 34esimo Sanremo Rally Storico sono abbinate e ripropongono l’ormai consolidato format di gara. La prima giornata è in comune tra CIR e CIRAS, con gli equipaggi che affrontano i passaggi sulle prove sanremesi. Nella seconda tappa di gara la competizione storica si differenzia con la moderna proprio per la prova speciale che assegna il premio messo in palio da GNV, con la carovana del moderno che va a concludere i 29 chilometri della Testico-Colle d’Oggia; le storiche, invece, uniscono solo le prove di Testico e San Bartolomeo concludendo poi con il Colle d’Oggia.

L’intero evento sarà trasmesso in diretta da Primocanale Motori grazie all’impegno di Primocanale Production. Alle 8 del 12 aprile prenderanno il via oltre 25 ore di trasmissione in diretta sul sito Primocanalemotori.it e sul ch.12 del digitale terrestre in Liguria, tra shakedown e telecamere live su tutte le prove speciali, uno studio mobile allestito su di un truck di 18 metri e un maxi schermo posizionato all’interno dell’area paddock sul lungomare Trento e Trieste.

Addetti ai lavori, tifosi e appassionati potranno seguire tutte le fasi delle gare su ogni tipo di device: in tv come sul computer, sul tablet come sullo smartphone. Per seguire in diretta il Rallye Sanremo basterà andare su Primocanalemotori.it e cliccare sul banner con il logo ‘Rallye Sanremo’ e “Segui la diretta”. E’ inoltre possibile scaricare gratuitamente l’app di Primocanale (per iOs e Android) e al suo interno cliccare su Primocanale Motori.

Sulle stesse strade del rally moderno valido per il Cir si confrontano anche i protagonisti del ‘Sanremo Rally storico’, del ‘Sanremo Leggenda’ e la ‘Coppa dei Fiori di regolarità’. I risultati del Rallye Sanremo saranno aggiornati in tempo reale anche sui profili Facebook (@rallyesanremoofficialsite) e Instagram della manifestazione (@rallyesanremo) e di Primocanale Motori (@primocanalemotori).

I passaggi sulle prove e le fasi salienti saranno on demand sul sito Primocanalemotori.it per condividere le emozioni del rally italiano più conosciuto nel mondo.

Msc Crociere e Rallye Sanremo si uniscono in una sinergia che porterà l’equipaggio del Campionato Italiano Rally vincitore del 66esimo Rallye Sanremo a conquistare due crociere per due persone sull’ammiraglia MSC Bellissima.

L’Msc Bellissima è stata varata nel marzo 2019 ed è l’ammiraglia della flotta MSC. E’ una delle navi da crociera più moderne al mondo. Lunga 315 metri, in grado di ospitare circa 5.700 passeggeri, MSC Bellissima è la più grande nave da crociera mai costruita da un armatore europeo.  L’ammiraglia della flotta MSC presenta un’ampia gamma di caratteristiche che la rendono davvero speciale, tra cui il Carousel Lounge, dove si svolgeranno spettacoli esclusivi del Cirque du Soleil at Sea, eleganti piscine nelle quali rilassarsi durante la giornata, un’ampia gamma di proposte per un intrattenimento all’avanguardia e 10 diverse tipologie di cabine, pensate appositamente per le esigenze delle famiglie, con livelli di comfort sempre più elevato.

La battaglia per aggiudicarsi il Trofeo MSC Crociere sarà durissima. Il 66esimo Rallye Sanremo parte da quanto visto nella gara d’apertura del CIR. Ora la parola passa alle storiche strade dell’entroterra sanremese e imperiese che consacreranno il vincitore 2019.

Il format della gara è quello ormai consolidato. La prima giornata vede susseguirsi le prove di Vignai, Bignone e San Romolo seguite poi dalla “Mini Ronde” e da un secondo passaggio sulla San Romolo. Per il secondo giorno di gara ci si sposta nell’imperiese con i passaggi su Testico, San Bartolomeo e Colle d’Oggia, per terminare poi con i quasi 30 chilometri della Testico-Colle d’Oggia.

L’intero evento sarà trasmesso in diretta da Primocanale Motori grazie all’impegno di Primocanale Production. Alle 8 del 12 aprile prenderanno il via oltre 25 ore di trasmissione in diretta sul sito Primocanalemotori.it e sul ch.12 del digitale terrestre in Liguria, tra shakedown e telecamere live su tutte le prove speciali, uno studio mobile allestito su di un truck di 18 metri e un maxi schermo posizionato all’interno dell’area paddock sul lungomare Trento e Trieste.

Addetti ai lavori, tifosi e appassionati potranno seguire tutte le fasi delle gare su ogni tipo di device: in tv come sul computer, sul tablet come sullo smartphone. Per seguire in diretta il Rallye Sanremo basterà andare su Primocanalemotori.it e cliccare sul banner con il logo ‘Rallye Sanremo’ e “Segui la diretta”. E’ inoltre possibile scaricare gratuitamente l’app di Primocanale (per iOs e Android) e al suo interno cliccare su Primocanale Motori.

Sulle stesse strade del rally moderno valido per il Cir si confrontano anche i protagonisti del ‘Sanremo Rally storico’, del ‘Sanremo Leggenda’ e la ‘Coppa dei Fiori di regolarità’. I risultati del Rallye Sanremo saranno aggiornati in tempo reale anche sui profili Facebook (@rallyesanremoofficialsite) e Instagram della manifestazione (@rallyesanremo) e di Primocanale Motori (@primocanalemotori).

I passaggi sulle prove e le fasi salienti saranno on demand sul sito Primocanalemotori.it per condividere le emozioni del rally italiano più conosciuto nel mondo.

Stratos Storia

Risale alla Belle Epoque la prima edizione del Rallye Sanremo, bissata l’anno successivo. Per tutto il periodo tra le prime due edizione e gli anni ’60 a Sanremo si sono svolte manifestazioni automobilistiche di velocità, di regolarità e di rally.

Negli anni ’50 è nato a Sanremo un rallye denominato “Perle di Sanremo” e destinato a soli equipaggi femminili che si svolse per 5 edizioni dal 1952 al 1956. Successivamente il mondo sportivo richiedeva una più intensa attività motoristica e nacque, nel  1961, il Rallye dei Fiori che poi divenne negli anni successivi il “Rallye Sanremo”, competizione automobilistica su strada che ha contribuito in maniera determinante alla creazione della disciplina a livello nazionale ed internazionale. Questa manifestazione è sempre stata la massima espressione nazionale della specialità, prima fu inserita nel nascituro “Campionato Europeo” e poi, quando la Federazione Internazionale istituì il “Campionato del Mondo Rallyes” attribuisce da subito al Sanremo la validità assieme ad un’altra decina di gare in Europa e nel mondo. Questa validità è stata mantenuta ininterrottamente fino al 2003, poi per problematiche legate al finanziamento della manifestazione la titolazione Mondiale fu acquisita direttamente dalla Federazione che inventò un nuovo evento in quel della Sardegna dove l’Ente locale era più sensibile all’elargizione di cospicui finanziamenti.

Dal 2004, ancora una volta primo assieme ad altri pochi selezionati eventi, il Rallye Sanremo entra a far parte dell’IRC – International Rally Challenge – serie promossa da Eurosport. Segue poi la validità per il FIA European Rally Championship – Regional Cup. Dalla sua costituzione negli anni ’70 in Rallye Sanremo ha mantenuto ininterrotta la sua validità per il Campionato Italiano Rally. Ora nasce spontanea la voglia di ritornare a crescere cercando di trovare i finanziamenti per rientrare prima nel giro Europeo con l’European Rally Trophy – Alpine poi, senza porsi limiti vista la versatilità ed esperienza mantenuta ed ulteriormente acquisita, pensare ad un progetto più ambizioso per ritornare alla massima titolazione internazionale.

A metà degli anni ’80 la passione per le auto storiche diventa la tendenza del momento ed il glamour attrae personaggi di ogni ceto, in particolar modo personaggi dell’alta finanza, dello spettacolo, imprenditori e così via. E’ proprio nel 1986 che nasce, quasi per gioco, il Sanremo Rally Storico al quale viene abbinata, dal 1987, la Coppa dei Fiori, gara di regolarità. La gara diviene sempre più importante sia in campo nazionale che in campo  internazionale guadagnandosi fin da subito la validità per il neo-nato FIA European Historic Sporting Rally Championship ed in seguito, non appena creato, per il campionato nazionale.

Nel 2010 anche la Coppa dei Fiori ottiene la validità per il FIA Trophy for Historic Regularity Rallies. L’evento consiste in un rally sportivo vero e proprio, il Sanremo Rally Storico, ed una gara di regolarità e vede ogni anno la partecipazione di oltre 120 equipaggi provenienti da ogni parte d’Europa.