Grande attesa per la 66esima edizione del Rallye Sanremo. Il rombo dei motori è ancora lontano, ma gli appassionati e gli addetti ai lavori sono certi che l’edizione 2019, al via il 10 aprile, sarà a dir poco innovativa. Non soltanto il sodalizio con Primocanale, dunque, ma una copertura social senza precedenti contribuirà a diffondere l’evento al grande pubblico attraverso commenti, foto e video condivisi direttamente dalle suggestive stradine liguri teatro della gara.

Nulla ancora di ufficiale riguardo le prove speciali, ma i rumors fanno pensare a un’altra grande edizione che manterrà alto il nome di Sanremo e di tutta la Liguria promuovendone anche le bellezze del territorio.

Anche quest’anno il Rallye Sanremo sarà valido per il CIR, Campionato Italiano Rally. La massima serie rallistica italiana farà tappa nella Riviera dei Fiori per il suo secondo appuntamento, dopo l’apertura delle danze nel mese di marzo in terra toscana con il Rally del Ciocco.

L’edizione 2018 ha visto il “pieno” di iscritti: sommando i partenti dello storico e del leggenda si sono raggiunti i 200 equipaggi. Grande risultato che si conta di bissare nel 2019.

Come ogni edizione, la kermesse sanremese vedrà darsi battaglia i migliori equipaggi presenti sul palcoscenico italiano e non solo. Lo scorso anno il gradino più alto del podio venne occupato dagli alfieri Peugeot Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 t16) per la quarta volta consecutiva, seguiti rispettivamente dagli equipaggi Campedelli-Canton (Ford Fiesta) e Scandola-D’amore (Skoda Fabia). La sfida per il 2019 è già partita.